scegli la lingua
Versione italiana English version
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ultima modifica: Amministratore 10/09/2018

La lontra torna nel Parco Nazionale del Gargano dopo 40 anni

notizia pubblicata in data : lunedì 10 settembre 2018

La lontra torna nel Parco Nazionale del Gargano dopo 40 anni
Dopo 40 anni di assenza, la lontra torna nel Parco Nazionale del Gargano. Nei giorni scorsi un esemplare del mammifero Lutra lutra (inserito nelle liste rosse IUCN e considerato tra i più minacciati d’Italia) è stato ritrovato, purtroppo morto, a pochi chilometri da Manfredonia, lungo la strada provinciale 141, nei pressi dell’Oasi Lago Salso. Forse è stato investito da un’automobile. Si trattava di un maschio adulto, come constatato dall’esperto conoscitore della fauna garganica nonchè attivista di lungo corso della LIPU, Talamo Ventura, che dopo aver riconosciuto l’esemplare ha immediatamente allertato il Parco Nazionale del Gargano. Solo lo scorso anno proprio l’Ente Parco, in collaborazione con il Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Bari, aveva avviato il Progetto di Sistema “Studio e Monitoraggio dei mesomammiferi nel Parco Nazionale del Gargano”, progetto che annovera tra le altre specie target anche la lontra. “Si tratta di un ritrovamento di estremo interesse conservazionistico - dichiara il vice-presidente del Parco Nazionale del Gargano Claudio Costanzucci Paolino - perché da noi l’ultimo dato di presenza accertata della specie risale ad oltre 40 anni fa. Questo ritrovamento, oltre a premiare la perseverante politica di attenzione e tutela ambientale del nostro Parco, suggerisce allo stesso tempo la necessità di incrementare, in forma specifica, gli sforzi di ricerca con l’obiettivo di comprendere se vi sia nell’area protetta una popolazione vitale di questo preziosissimo carnivoro”. La lontra è strettamente associata agli ecosistemi acquatici e ripariali e vive in aree che garantiscono sufficiente disponibilità d’acqua, abbondanza di risorse trofiche e bassi livelli di inquinamento durante tutto il corso dell’anno. Che la lontra abitasse nel Parco Nazionale del Gargano lo testimonia anche un’opera, risalente agli anni ’80, del fumettista Andrea Pazienza, intitolata ‘Il perché delle anatre’. Nelle tavole il talentuoso illustratore di San Severo raccontava proprio di una lontra ammazzata sul Gargano (in quel caso da un bracconiere). Nel rispetto delle procedure di legge, l’Ente Parco Nazionale del Gargano seguirà tutte le fasi previste in questi casi, non escluso l’utilizzo dell’esemplare a fini di ricerca e studio.
Risultato
  • 3
(84 valutazioni)
Ultime Notizie Rassegna stampa
Studiosi dal mondo nelle faggete UN ... Una delegazione internazionale di esperti di faggio ha visitato nei giorni scorsi le faggete UNESCO della Foresta Umbra. Undici studiosi, provenienti da Europa, Stati Uniti, Iran e Giappone, hanno potuto apprezzare da vi ... Nasce una collaborazione con il Par ... Non è stata solo un’occasione per raccontare le bellezze naturalistiche e culturali del Conero e del Gargano, gli unici promontori calcarei della costa italiana sull’Adriatico, che con le loro rocce bianche e le famose l ...
La lontra torna nel Parco Nazionale ... Dopo 40 anni di assenza, la lontra torna nel Parco Nazionale del Gargano. Nei giorni scorsi un esemplare del mammifero Lutra lutra (inserito nelle liste rosse IUCN e considerato tra i più minacciati d’Italia) è stato rit ... Riqualificazione paesaggi costieri ... Si svolgeranno domani mattina a Cagnano Varano e domani pomeriggio a Monte Sant'Angelo, due incontri pubblici per discutere di due importanti avvisi pubblici del POR Puglia: riqualificazione paesaggi costieri e infrastrutture verdi.
Archivio notizie Clicca per vedere tutte le altre notizie del portale

Area d'accesso al portale

area riservata

Ente Parco Nazionale del Gargano - Via Sant’Antonio Abate, 121 - 71037 Monte Sant'Angelo (Fg)
Codice Fiscale 94031700712 - Partita IVA 03062280718

Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2011
Carta Europea per il Turismo Sostenibile MaB - Candidatura