scegli la lingua
Versione italiana English version
motore di ricerca

HOME » AMP Isole Tremiti

ultima modifica: Amministratore 26/04/2016

AREA MARINA PROTETTA ISOLE TREMITI


Isole tremiti

 

Acque smeraldine, faraglioni dal candore abbagliante, verde macchia mediterranea aggrappata alla roccia, calette di sabbia finissima, fondali cristallini, grotte iridescenti, fortezze inespugnabili, grida di gabbiani e volo di diomedee.
Le Tremiti sono cinque perle gettate nell’Adriatico, un forziere di biodiversità e di bellezza naturalistica che le rendono un paradiso incantato tra i più suggestivi del Mare Nostrum.
L’arcipelago è conosciuto sin dall’antichità con il nome di “Isole Diomedee”. La leggenda, infatti, fa risalire le suddette isole a Diomede, eroe omerico di straordinaria forza e coraggio fuggito dalla Tracia, sua terra natale, e sbarcato sulla costa garganica per fondare il suo nuovo regno: la Daunia. Per segnarne i confini Diomede si servì di grossi massi provenienti dalla sua terra. Tre di questi grossi massi furono gettati in mare e dettero origine, appunto, agli scogli di Diomede (Isole Tremiti). La leggenda racconta, anche, che alla morte di Diomede, seppellito, secondo la leggenda, sull’isola di S. Nicola, i suoi uomini, disperati, furono trasformati in uccelli marini, detti appunto “diomedee”, che continuano ancor oggi a piangere il loro capo. Nella realtà, tali uccelli marini sono rappresentati da una nutrita colonia di Calonectris diomedea (Berta maggiore) ormai da tempo stabilmente presente a Tremiti ed il cui verso di richiamo, nella stagione riproduttiva, assomiglia, in maniera impressionante, al pianto di un neonato.
L’Arcipelago delle Isole Tremiti è localizzato a circa 12 miglia a Nord del promontorio del Gargano. Esso è costituito da tre isole maggiori: S. Domino, S. Nicola e Caprara, da un isolotto posto fra le tre isole denominato il Cretaccio ed infine da un’isola minore, localizzata a distanza di circa 12 miglia in direzione NE dalle prime tre e ad oltre 30 miglia dalla costa garganica, denominata Pianosa.
In meno di 3 km2 di superficie e 20 km di perimetro costiero, l’arcipelago tremitese costituisce un esempio di rara bellezza sia per la natura incontaminata dei suoi fondali sia per gli aspetti paesaggistici e storico-architettonici presenti soprattutto sulle due isole più grandi: S. Domino e S. Nicola.

Al fine di proteggere e preservare questo incomparabile patrimonio floro-faunistico nel 1989 è stata istituita, con D.I. del 14.07.1989 la “Riserva Naturale marina Isole Tremiti”.
La gestione della Riserva, con l’istituzione del Parco Nazionale del Gargano avvenuta nel 1991, è passata all’Ente Parco Nazionale del Gargano.

 

Risultato
  • 3
(6000 valutazioni)


Ultime Notizie Rassegna stampa
Percorso di candidatura “Man and th ... Numerose le Associazioni imprenditoriali, culturali, ambientali e ricreative, che hanno partecipato ai quattro tavoli partecipativi tematici organizzati dall’Ente Parco Nazionale del Gargano nell’ambito del percorso di c ... L'Ente Parco riponde alle accuse su ... I centri visite del parco e la loro gestione, dopo l’oblio nel quale erano caduti per essere stati, per gran parte totalmente ignorati, in questi ultimi tempi, sono stati oggetto di attenzione da parte del Parco
Solidarietà del Presidente Pecorell ... Il giornalista della trasmissione Report è stato allontanato in malo modo ed ha subito atti intimidatori mentre realizzava un servizio sul Parco Gargano. Turismo, Sviluppo Rurale, Formazion ... Giovedì 23 e venerdì 24 marzo, presso la sede dell’Ente a Monte Sant’Angelo, saranno in programma quattro Tavoli Tematici
Archivio notizie Clicca per vedere tutte le altre notizie del portale

Area d'accesso al portale

area riservata

Ente Parco Nazionale del Gargano - Via Sant’Antonio Abate, 121 - 71037 Monte Sant'Angelo (Fg)
Codice Fiscale 94031700712 - Partita IVA 03062280718

Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2011
Carta Europea per il Turismo Sostenibile MaB - Candidatura